Orario di Apertura : Consulta il Calendario
  Contatti : Nico 347 9305711 - Rosy 339 4106188

Attività

Orto Biologico

Si estende su una superficie di circa 200 mq. Vi si coltivano, secondo i ritmi delle stagioni, quei prodotti che erano alla base della dieta alimentare di una famiglia contadina. Viene concimato con letame organico e concime prodotto dal composter. Si producono: Patate, Fagioli, Piselli, Ravanelli, Insalata, Aglio, Cipolla, Melanzane, Zucchine, Pomodori, Cavoli, Cece e Fava.

La casa San Martino, abitata fino agli anna sessanta, forniva il sostentamento necessario alla sopravvivenza di una piccola famiglia di contadini. L’estensione dei campi coltivati era modesta tanto che la produzione di grano non superava i 30/35 quintali. L’obiettivo del CEA è quello di ripristinare gli stessi scenari delle coltivazioni che caratterizzavano un tempo il nostro territorio.
Le coltivazioni principali, secondo il ciclo della rotazione agraria, erano basate su grano, orzo, avena, granoturco e appezzamenti per la produzione di foraggio sufficienti per il mantenimento di 2-4 mucche indispensabili per il lavoro nei campi.

Fino agli anni 60 in queste zone si praticava un’agricoltura all’insegna della semplicità. Il nostro obiettivo è quello di riproporre lo stesso modello. A tale scopo sono state avviate le prime colture partendo dalla realizzazione di due filari di viti di vitigni vari e la coltivazione del mais. Nella fattoria vengono riproposte alcune tradizioni contadine, riguardanti la semina e il raccolto. Da qualche anno, con il coinvolgimento di scuole e famiglie, è stato ripreso il ciclo del mais. Nel mese di ottobre, seduti nell’aia di fronte ad una “mucchia” di pannocchie “se scartoccia el formentòn” (si sfoglia il mais).